Tassazione e agevolazioni fiscali per le locazioni abitative

Tassazione e agevolazioni fiscali per le locazioni abitative

Adottando invece l’opzione per il regime della cedolare secca la base imponibile è costituita dal canone a cui si applica l’aliquota fissa del 21% oppure del 10% a seconda del contratto utilizzato e dell’ubicazione territoriale dell’immobile.

Le aliquote della cedolare secca sono a prima vista molto convenienti tuttavia questo tipo di imposta non è compensabile con detrazioni o deduzioni per  cui va sempre pagata.  Nel caso del regime ordinario, invece, al reddito complessivo del contribuente ed alla imposta derivante si applicheranno le eventuali deduzioni, detrazioni e compensazioni del caso.

Ne consegue che la valutazione sulla convenienza dell’opzione alla cedolare secca va necessariamente fatta caso per caso analizzando in concreto la situazione reddituale di ogni singolo locatore-contribuente.

IMU E TASI

Le abitazioni locate sono sempre seconde case per il proprietario, con quel che ne consegue per le imposte locali quali l’IMU e la TASI;  si tenga presente, tuttavia che è concessa una riduzione generalizzata del 25% di entrambe le imposte nel caso di stipula di contratti concordati (3+2, transitori studenti universitari).

IMPOSTA DI REGISTRO E DI BOLLO

Come è noto tutti i contratti con durata superiore a 30 giorni devono essere obbligatoriamente registrati (anche per via telematica) presso l’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dalla stipula.

L’imposta di registro ordinaria è pari al 2% sul canone annuale e l’imposta di bollo sul contratto è di 16,00 Euro per ogni 100 righe di testo contrattuale (corrispondenti alla vecchia carta bollata  di 4 pagine e 25 righe ciascuna) per ogni copia del contratto.

In occasione di ciascuna successiva scadenza annuale l’imposta di registro va nuovamente pagata e così pure in caso di eventuali proroghe o rinnovi del contratto.

Nel caso di cessione del contratto per subentro di un inquilino o di variazione del proprietario l’imposta di registro è dovuta in misura fissa.

Lo stesso in caso di risoluzione anticipata del rapporto locativo rispetto alla sua normale scadenza.

Nel regime di tassazione IRPEF ordinaria è prevista la riduzione dell’imposta di registro nel caso vengano stipulati dei contratti concordati (escluso il transitorio) relativamente ad immobili ricadenti nei capoluoghi di provincia e nei comuni ad alta tensione abitativa.

Nel caso di opzione alla cedolare secca i benefici sono notevoli poiché  vi è esenzione totale dell’imposta di registro sia per la registrazione del contratto che per le annualità successive.

La cedolare azzera anche i bolli sul contratto.

QUADRO RIASSUNTIVO

Vi offriamo alcune tabelle comparative sulla tassazione dei redditi locativi, per Udine e provincia, avvertendo che esse hanno valore solo indicativo e divulgativo e che sarà sempre necessario un controllo e una conferma da parte della sede UPPI ovvero del proprio fiscalista o del CAF di fiducia in quanto possono verificarsi variazioni, aggiornamenti o differenti interpretazioni.

TASSAZIONE ORDINARIA  (I REDDITI LOCATIVI SI CUMULANO CON I REDDITI IRPEF)

  • Immobili ubicati nei capoluogo di provincia e nei comuni ad alta tensione abitativa (Udine, Basiliano, Cervignano del Friuli, Tavagnacco)
Tipo contratto Contratto libero 4+4 Contratto concordato 3+2 Contratto transitorio Contratto concordato studenti universitari (*)
IMPOSTA DI REGISTRO
si
riduzione del 30%
si
riduzione del 30%
IMPOSTA DI BOLLO SUL CONTRATTO
si
si
si
si
BASE IMPONIBILE REDDITO LOCATIVO
generica riduzione del 5%
generica riduzione del 5% più riduzione ulteriore del 30%
generica riduzione del 5%
generica riduzione del 5% più riduzione ulteriore del 30%
IMU
100% riduzione del 25% riduzione del 25% riduzione del 25%
TASI
100%
riduzione del 25% riduzione del 25% riduzione del 25%
(*) Solo nei comuni con sedi universitarie, sedi distaccate e comuni limitrofi
 
  • Tutti i restanti comuni
Tipo contratto Contratto libero 4+4 Contratto concordato 3+2 Contratto transitorio Contratto concordato studenti universitari (*)    
IMPOSTA DI REGISTRO
si si si riduzione del 30%    
IMPOSTA DI BOLLO SUL CONTRATTO
si
si
si
si
   
BASE IMPONIBILE REDDITO LOCATIVO
generica riduzione del 5%
generica riduzione del 5%
generica riduzione del 5%
riduzione del 30%    
IMU
100%
riduzione del 25% riduzione del 25% riduzione del 25%    
TASI
100%
riduzione del 25% riduzione del 25% riduzione del 25%    
(*) Solo nei comuni con sedi universitarie, sedi distaccate e comuni limitrofi

CEDOLARE SECCA SUL REDDITO LOCATIVO

  • Immobili ubicati nei capoluogo di provincia e nei comuni ad alta tensione abitativa (Udine, Basiliano, Cervignano del Friuli, Tavagnacco)
  • Immobili ubicati in comuni compresi negli elenchi dei comuni c. d. calamitati cioè quelli in cui nel quinquennio 2009-2014 è stato dichiarato lo stato di emergenza per eventi atmosferici eccezionali (nella provincia di Udine ve ne sono molti:  vedi l’elenco >>> Elenco comuni calamitati)
  • ATTENZIONE IN CORSO DI AGGIORNAMENTO A SEGUITO ALLA DISCUSSIONE ED APPROVAZIONE DELLA LEGGE DI BILANCIO 2020 !!! 
Tipo contratto Contratto libero 4+4 Contratto concordato 3+2 Contratto transitorio Contratto concordato studenti universitari (*)
IMPOSTA DI REGISTRO
esente esente esente
esente
IMPOSTA DI BOLLO SUL CONTRATTO
esente
esente esente esente
CEDOLARE SECCA SUL REDDITO LOCATIVO
21%
10%
10%
10%
IMU
100%
riduzione del 25% riduzione del 25% riduzione del 25%
TASI
100%
riduzione del 25% riduzione del 25%
riduzione del 25%
(*) Solo nei comuni con sedi universitarie, sedi distaccate e comuni limitrofi
 
  • Tutti i restanti comuni
Tipo contratto Contratto libero 4+4 Contratto concordato 3+2 Contratto transitorio Contratto concordato studenti universitari (*)
IMPOSTA DI REGISTRO
si esente esente esente
IMPOSTA DI BOLLO SUL CONTRATTO
si
esente
esente
esente
BASE IMPONIBILE REDDITO LOCATIVO
21%
21%
21%
21%
IMU
100%
riduzione del 25% riduzione del 25% riduzione del 25%
TASI
100%
riduzione del 25% riduzione del 25% riduzione del 25%
(*) Solo nei comuni con sedi universitarie, sedi distaccate e comuni limitrofi

Pagine: 1 2

admin

I commenti sono chiusi